IL FATTO SPORTIVO: Ricaduta o vera spettacolarità?

Domenica scorsa in Canada si sono tenute le finali del mondiale di nuoto. Gregorio Paltrinieri, detentore della medaglia d’oro nel 1500 metri stile libero alle scorse Olimpiadi di Rio, si giocava la finale del mondiale. Contro chi? Park Tae-Hwan. Il coreano non è un nuotatore qualunque. Nel 2015 era stato sospeso per doping, con una squalifica di 15 mesi, che gli ha fatto saltare l’appuntamento per le olimpiadi di Rio.

park3.jpg

Tornava quindi senza possibilità di confronto, visto che per 15 mesi non si era fronteggiato contro nessun altro campione. L’atleta può vantare nella sua bacheca molte medaglie, tra cui quella oro olimpionica. Troppe cose però non sono chiare sulla gara di domenica scorsa. Il coreano infatti non solo è riuscito a battere dopo esser tornato la corazzata Paltrinieri, ma l’ha fatto facendo il record dei campionati del mondo (14’15”51). Ma non è finita qui. Terminata la gara dei 1500 stile il coreano dopo 10 minuti ha affrontato un’altra gara. Indovinate un po’ com’è finita? Vinta ovviamente. Insomma, tutto ciò che è accaduto in quella giornata è abbastanza curioso, dal ritorno per squalifica per doping, al record e a due vittorie. Coincidenze? Io non credo.

Luca Raimondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...