E’ MORTO IL DITTATORE CASTRO

guido2di Guido Silicani

La scorsa notte è morto Fidel Castro. Già da una decina d’anni era politicamente inabile, poichè era malato, e aveva delegato il suo potere al fratello Ràul. E’ stata una figura importantissima del Novecento che rimarrà senza ombra di dubbio nella storia, negativamente.

154520246-17a01a5c-e5e9-4123-a3cb-047f2ae0f674

Fu protagonista della rivoluzione cubana (insieme a suo fratello e ad Ernesto Che Guevara) e nel Capodannno del 1959 riuscì a ribaltare il regime di Fulgencio Batista e ne instaurò un altro. E’ stato un protagonista della Guerra Fredda, ebbe un ruolo di primo piano soprattutto durante la crisi dei missili, il momento in cui la terza guerra mondiale fu più vicina che mai, quando nell’ottobre del ’62 l’Unione Sovietica installò a Cuba alcune armi nucleari rivolte verso gli Stati Uniti. Occorre certo aver rispetto – e ce l’abbiamo – per la morte di una vita umana ma bisogna anche considerare Castro per quel che è stato: un dittatore brutale che ha ucciso migliaia di oppositori e ne ha incarcerati centinaia di migliaia. Inoltre negli anni ’60-’70 il regime castrista perseguitò duramente gli omosessuali, i maschi effeminati venivano inviati, senza alcun processo, in campi di lavoro rieducativi poichè, secondo la dottrina sovietica, l’omosessualità era vista come l’ultimo prodotto della società capitalistica decadente. Questa è storia, niente di più. Castro ha privato il suo popolo del bene più importante per un individuo: la libertà. Senza la libertà di pensiero, di parola, politica, di impresa tutto il resto non conta niente. Ed è quindi vomitevole (o meglio, ributtante) il coro di cordogli che è stato intonato in tutto il Mondo che va ben oltre il consueto galateo istituzionale. Il nostro Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha espresso in un messaggio “profonda tristezza” per la scomparsa di Fidel Castro, il grande Papa Francesco ha inviato un telegramma al fratello Ràul in cui ha affermato:”Nel ricevere la triste notizia della scomparsa del suo caro fratello, l’eccellentissimo signor Fidel Alejandro Castro Ruz, ex presidente del Consiglio di Stato e del governo della Repubblica di Cuba, esprimo i miei sentimenti di dolore a vostra eccellenza e agli altri familiari del defunto dignitario, così come al governo e al popolo di codesta amata nazione”, Vladimir Putin ha elogiato l’operato del lìder màximo dichiarando che la Cuba libera e indipendente “è divenuta un membro influente della comunità internazionale ed un esempio di ispirazione per molti paesi”, anche Giorgio  Napolitano, presidente emerito della Repubblica, ha ovviamente reso omaggio al Comandante. Inoltre molti politici italiani – tra i quali la maggior parte di questi lotta in prima linea contro il fantomatico pericolo della deriva autoritaria nel nostro paese -, che contano talmente poco che non vale la pena neppure menzionare il loro nome, hanno espresso profonda commozione e malinconia per l’avvenimento. Questa volta merita un plauso Roberto Saviano, lo scrittore ha commentato su Facebook scrivendo che Castro è stato un dittatore e lo ha fortemente criticato per i suoi metodi e le sue violenze. Ringraziamo Saviano per avere, per una volta, steccato nel coro in cui egli stesso spesso canta. Nel frattempo impazza la festa in Florida. Gli esuli cubani infatti, alla notizia della morte del dittatore, si sono riversati nelle strade. Nonostante questo comportamento – festeggiare per la morte di qualcuno – sia quantomeno inusuale ci fa capire quanto abbiano dovuto soffrire coloro che hanno dovuto abbandonare Cuba. Con la morte di Fidel Castro il regime cubano perde un simbolo di grande importanza e nonostante in questi ultimi periodi si stia a mano a mano ammorbidendo, la strada che porta alla (vera) libertà per il popolo cubano è ancora lunga.

2 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...